Interruttori di sicurezza e sensori di sicurezza
Interruttori di sicurezza e sensori di sicurezza

Sicurezza degli impianti tramite interruttori e sensori di sicurezza

Gli interruttori di sicurezza ed i sensori di sicurezza Balluff consentono impieghi versatili. I nostri interruttori e sensori di sicurezza proteggono a pari livello il personale e le macchine. Gli interruttori ed i sensori di sicurezza vi offrono vari principi di funzionamento: induttivo, per rilevare in maniera sicura e senza contatto posizione e posizione finale su oggetti metallici; elettromeccanico, oppure con assistenza REED o RFID, per protezione di accesso o di posizione, al fine di assicurare sicurezzaper il personale e le macchine.

Grazie alla tecnica di collegamento M12 di impiego universale, risparmierete in tempi e costi in fase d’installazione e di montaggio. Inoltre, eviterete errori di cablaggio, otterrete un esercizio più intuitivo e vi assicurerete una sorveglianza affidabile.

Sensori ed interruttori di sicurezza con sistemi RFID e REED

Gli interruttori di sicurezza REED Balluff garantiscono una protezione di accesso esente da usura sulle porte di protezione. Abbinandoli a un distanziale, potrete montare questi interruttori di sicurezza a codifica magnetica persino in ambienti ferromagnetici. Se, nella sorveglianza delle porte di protezione, dovete rispettare elevati requisiti di vibrazioni e sicurezza antimanipolazione, apprezzerete i sensori di sicurezza RFID con codifica a transponder.

Sorveglianza elettronica

La sorveglianza diretta di aree di lavoro con robot e di posizioni finali di portautensili metallici in ambienti industriali può svolgersi in maniera elettronica. I nostri sensori di sicurezza induttivi senza contatto lo consentono con facilità: infatti, diversamente dagli interruttori di sicurezza tradizionali, o dai sensori di sicurezza RFID, essi non richiedono elementi corrispondenti specifici; inoltre, sono insensibili alle vibrazioni.

Come per tutti gli interruttori e sensori di sicurezza Balluff, potrete collegare anche i sensori di sicurezza induttivi direttamente al modulo di sicurezza I/O, che raggruppa tutti i segnali e, tramite Master IO-Link, li inoltra all’unità di valutazione. E non da ultimo, sfrutterete tutti i vantaggi di un’intelligente soluzione di Industria 4.0.

I principali vantaggi

  • Sensori ed interruttori di sicurezza per impieghi versatili
  • Corpi resistenti e con indicatore di funzionamento a LED
  • Indicati per applicazioni di sicurezza fino a PLe/SIL3
  • Risparmio di tempo e costi, riduzione degli errori grazie alla tecnica di collegamento M12 standardizzata
  • Montaggio più semplice e minori e ingombri
  • Indicati anche per dispositivi di protezione pesanti
  • Sicurezza antimanipolazione
  • Insensibili a vibrazioni e guide di porte imprecise

Famiglie di prodotti

  • Interruttori di sicurezza elettromeccanici

    Per proteggere il personale e le macchine

    Gli interruttori di sicurezza con attuatore separato sono dispositivi di bloccaggio che proteggono il personale e le macchine al tempo stesso. Abbinati ad un’unità di controllo macchina e ad un dispositivo di protezione con barriere, tali apparecchi mettono in sicurezza l’accesso alla zona di pericolo.

    Caratteristiche principali

    • Stabile corpo in metallo con indicatore di stato
    • Testa di azionamento ruotabile con due aperture d’introduzione
    • Collegamento ad innesto M12
    Interruttori di sicurezza elettromeccanici
  • Sensori di sicurezza induttivi

    Sicurezza per personale ed impianti

    I sensori di sicurezza induttivi rilevano senza contatto posizione finale e stato fermo di oggetti metallici; inoltre, diversamente dagli interruttori di sicurezza tradizionali, o dai sensori di sicurezza RFID, essi non richiedono elementi corrispondenti specifici. Per il collegamento sono sufficienti connettori M12. Tramite uscite OSSD, tali sensori di sicurezza sono agevolmente collegabili a qualsiasi modulo di valutazione di sicurezza.

    Caratteristiche principali

    • Rilevamento senza contatto di posizioni e posizioni finali su oggetti metallici
    • Contrariamente agli interruttori di sicurezza tradizionali, non occorrono elementi corrispondenti specifici
    • Collegamento con connettori M12
    • Possibilità di collegare, tramite uscite OSSD, qualsiasi modulo di valutazione di sicurezza
    Sensori di sicurezza induttivi
  • Interruttori di sicurezza a codifica magnetica

    Ideali per sorvegliare porte di protezione

    Gli interruttori di sicurezza REED senza contatto a codifica magnetica sono ideali per sorvegliare porte di protezione, soprattutto in ambienti con presenza di contaminazioni o di polvere. Grazie al principio di funzionamento senza contatto, tali apparecchi sono insensibili al gioco meccanico, ad esempio in caso di porte che si assestino o che siano guidate in modo impreciso. Pertanto, gli interruttori di sicurezza risultano agevoli da installare. Con l’elettronica di valutazione collegata a valle, l’interruttore di sicurezza si può impiegare in applicazioni fino a PLe/SIL 3.

    Caratteristiche principali

    • Elevata sicurezza antimanipolazione, grazie all’intelligente disposizione dei contatti Reed
    • Riducono il pericolo di aggiramento della funzione di sicurezza
    • Collegamento con connettori M12
    • Utilizzando un distanziale, sono montabili anche in ambienti ferromagnetici
    Interruttori di sicurezza a codifica magnetica
  • Sistemi di misurazione della corsa di sicurezza a codifica magnetica

    Indicati per applicazioni di sicurezza

    I sistemi di misurazione di sicurezza a codifica magnetica dispongono di un’interfaccia incrementale sin/cos sicura e di un’interfaccia assoluta SSI o BiSS-C sicura. Ciò li rende ideali per applicazioni di sicurezza (certificazione TÜV Rheinland). Inoltre, l’estesa lunghezza di misurazione, fino a 48 m, e l’elevatissima precisione di ripetibilità (< 1 µm) ne consentono un impiego versatile.

    Caratteristiche principali

    • Soluzione sicura: adempie ai requisiti secondo DIN EN ISO 13849-1:2015 (Direttiva Macchine, Pld), IEC 61508:2010 (Sicurezza Funzionale, SIL2) ed EN IEC 61800-5-2:2007 (funzione di sicurezza, SIL2)
    • Risparmio di tempo: messa a punto agevole, senza configurazione
    • Impiego universale: lunghezze di misurazione fino a 48 m, risoluzione impostabile, elevata precisione di sistema: fino a 20 μm
    • Soluzione pratica: funzioni di parametrizzazione e diagnostica
    Sistemi di misurazione della corsa di sicurezza a codifica magnetica
  • Sensori di sicurezza con codifica a transponder

    Ampie possibilità di montaggio e d’impiego

    I sensori di sicurezza senza contatto con codifica a transponder consentono una protezione di accesso antimanipolazione ed esente da usura per porte/sportelli di protezione. Tali apparecchi sono insensibili a contaminazioni, vibrazioni e gioco meccanico e sono agevolmente utilizzabili in applicazioni fino a PLe/SIL 3. Le dimensioni contenute ne consentono un’integrazione flessibile. Su richiesta, sono inoltre disponibili varianti con magnete di adesione integrato, per mantenere i dispositivi di protezione nella posizione prevista.

    Caratteristiche principali

    • Protezione di accesso antimanipolazione ed esente da usura per porte/sportelli di protezione
    • Insensibili a contaminazione, vibrazioni e gioco meccanico
    • Possono mantenere attivamente in posizione dispositivi di protezione, grazie al magnete di adesione integrato
    • Utilizzabili in applicazioni fino a PLe/SIL 3
    • Integrazione flessibile, grazie alle dimensioni contenute
    Sensori di sicurezza con codifica a transponder